Königsplatz sotto video sorveglianza

Augsburg. La polizia del commissariato Schwaben-Nord ha presentato il piano di videosorveglianza di Königsplatz in Augsburg.

L’escalation dei reati che si sono registrati a Königsplatz ha indotto a prendere la decisione di installare un sistema di video sorveglianza sul perimetro della piazza. L’installazione dovrebbe essere operativa nell’ultimo trimestre del 2018, una volta assolte tutte le procedure di appalto dei lavori e installazione vera e propria.

Augsburg: Königsplatz area soggetta all’iniziativa di videosorveglianza (foto © Polizei Schwaben Nord)

Tale misura mira ad avere una funzione principalmente preventiva e dissuasiva, cercando di riportare il clima di sicurezza che negli ultimi anni è stato messo a dura prova dai continui fatti criminosi ai danni dei cittadini, ma verrà presa anche come base probatoria per i reati che si dovessero verificare e video ripresi.

Il tutto in ossequio dell’articolo 32, paragrafo 2 della legge che regola i compiti della polizia (Polizeiaufgabengesetz) che è la base normativa per la videosorveglianza delle aree pubbliche.

La videosorveglianza verrà eseguita 24 ore su 24 e solo nelle aree pubbliche. Sono escluse le videoriprese di locali residenziali e commerciali, nonché di aree esterne alla piazza. Inoltre, vengono riprese solo le immagini ma non le registrazioni audio. E nei casi di manifestazioni non verranno videoriprese le aree adibite alla manifestazione.

Anche se la legge consente fino a 2 mesi la conservazione delle immagini, i dati saranno conservati per solo 14 giorni. Periodo ritenuto sufficiente per lo scopo. Dopo questo periodo i dati saranno completamente cancellati, naturalmente escluse le immagini che saranno oggetto di indagini o, in casi eccezionali, di pubblica utilità.

Solo la polizia del commissariato di Augsburg Mitte, responsabile dell’area sottoposta a controllo, avrà accesso alle immagini e se riterrà che vi siano riprese di reati, le stesse verranno consegnate al pubblico ministero come prove.

Il rispetto della legge e della tutela della privacy verrà garantito dal coinvolgimento della sede centrale della polizia dello Schwaben ed in ogni caso è coinvolto anche il Commissariato centrale della baviera responsabile della protezione dei dati (Bayerischen Landesbeauftragten für den Datenschutz) che dovrà essere sempre informato sull’uso dei dati nonché della loro memorizzazione e cancellazione.

CONDIVIDI